Condividi questa pagina:
Cerca
Home page | Archivio Notizie | Pagina corrente: Intervista a Stefano...
Pubblicata il 2 agosto 2018 | Notizie

Intervista all'atleta Stefano Romualdi

Intervista a Stefano Romualdi
L'atleta Stefano Romualdi è stato invitato dal sindaco Onelio Rambaldi in Comune per potergli fare di persona i complimenti per la sua impresa americana.

E' tornato alla sua vita di sempre Stefano, ma non più di un mese fa è riuscito a concludere al nono posto la Great Divide, la gara più lunga del mondo in mountain bike.
Unico italiano in gara, ha percorso i 4.400 km di distanza che dividono Banff in Canada e Antelope Wells nel New Messico, in 18 giorni e 15ore.

“Sono arrivato a Calgary in Canada portando solo la bici, l'attrezzatura tecnica e pochissimi vestiti. Quelli con cui sono partito li ho buttati via subito, non avrei potuto portarmeli dietro.”
Così comincia a raccontare la sua storia Stefano.

Come è stata la partenza della gara?
“Siamo partiti da Banff, che come paesaggio assomiglia al Trentino, con una temperatura piuttosto bassa. Il secondo giorno su un passo ho preso una tempesta di ghiaccio con indosso la maglietta termica e il giubbottino antiacqua. Quella notte non sono riuscito a dormire a causa del freddo.”

Ecco appunto dove dormivi?
“Dove trovavo un buon riparo, poi ho capito che in Canada ci sono questi campeggi dove è possibile passare la notte e ripararsi dalla intemperie e dagli orsi.”

Orsi? Ne hai incontrati?
“Sì moltissimi orsi neri, ma non sono pericolosi, vogliono solo il cibo. Ho visto anche un grizzly ma era tenuto d'occhio dai Ranger. Comunque mi sono veramente spaventato quando un alce ha attraversato il sentiero che stavo percorrendo.”

Nessuno ti ha aiutato in quei primo giorni, sei stato sempre solo?
“All'inizio ero solo poi ho incontrato un concorrente Seth, un ragazzo di Philadelphia che era già al suo secondo Great Divide. Lui mi ha dato qualche dritta soprattutto a riconoscere le impronta degli animali, perché è importante riposare in luoghi riparati ma è altrettanto importante non mettersi nella cuccia di qualcuno! Queste dritte sono state fondamentali quando siamo arrivati nel deserto.”

In montagna ti sei trovato sotto ad una tempesta dighiaccio, e nel deserto come è andata?
“Il deserto è stato molto più duro. Innanzitutto perché la temperatura era sempre attorno ai 38° e poi perché mi sono trovato a dover affrontare delle salite infinite. L'Indian Pass raggiunge i 3.500 metri di altitudine. Ho anche percorso 300 km senza vedere nessuno. In quei momenti l'istinto è quello di scendere dalla bici e tornare a casa.”

E con il cibo come hai fatto?
“All'inizio mangiavo dei panini perché arrivavo alle stazioni di servizio ad orari improbabili. Ma non mi facevano bene perché hanno l'abitudine di farcire tutto con delle salse non certo adatte ad una alimentazione sportiva. La mia vita è cambiata quando ho scoperto che vendevano quasi ovunque dei burrito surgelati con dentro della verdura. Li mettevo nella tasca sulla schiena e dopo due ore erano pronti.”

I cittadini che hai incontrato sulla tua strada come sono stati, ti hanno aiutato?
“La gente del posto è molto gentile e disponibile, però più scendevo a Sud più dovevo stare attento a non dare impressioni sbagliate perché tutti hanno un fucile in casa.”

Stefano, pensavi di farcela?
“Onestamente no, non credevo di riuscire. L'unica che fin dall'inizio ha sempre sostenuto che sarei arrivato in fondo è stata mia moglie.”

Rifaresti tutto?
“Sì rifarei la Great Divide, però porterei anche la mia famiglia, così una volta arrivato in fondo potrei fare le vacanze con loro!”


Notizia a cura della Segreteria del Sindaco
Il Comune
Sindaco e Giunta
Consiglio comunale
Commissioni
Consulte territoriali
Consulte tematiche
Uffici comunali

Contatti
Ufficio Relazioni con il Pubblico
Trova una persona
Scrivi al Sindaco
Posta Elettronica Certificata

Servizi online
Albo Pretorio
Albo Pretorio (dati fino al 2/05/2016)
Bandi e Gare
Autenticazione con Federa
PSC - RUE - Classificazione acustica
People SUAP
Pagamenti online
Servizio rette scolastiche
Iscrizione ai servizi scolastici
Servizi demografici online

Trasparenza
Amministrazione trasparente
Amministrazione trasparente (dati fino al 2/05/2016)
Codice disciplinare
Ex Trasparenza, valutazione e merito

Navigazione tematica
Agricoltura
Ambiente e Verde
Attività produttive
Casa
Cultura, tempo libero e sport
Disabili
Giovani
Lavoro
Macellazione
Neve
Patrocinio
Protezione civile
Raccolta firme
Rette scolastiche
Risarcimento danni
Sale pubbliche
Spazi pubblicitari
Sanità e salute
Scuole e asili nido
Servizi cimiteriali
Sociale
Sportello Servizi al cittadino
Stranieri
Trasporti
Turismo e ricettività
Tasse e Tributi
Polizia Municipale
Anagrafica dell'Ente
Comune di Medicina
Provincia di Bologna
Regione Emilia-Romagna
Italy
Via Libertà 103, 40059 Medicina (BO)
Tel. 051.69.79.111 - Fax 051.69.79.222
email: urp@comune.medicina.bo.it
Partita IVA: 00508891207
Codice Fiscale: 00421580374

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'ufficio URP, Segreteria Affari Generali, Segreteria del Sindaco.
Per inviare segnalazioni:
comunicazione@comune.medicina.bo.it
Pubblicato nel marzo del 2014
Realizzazione sito Punto Triplo Srl
Cookie
Informativa Cookie
Area riservata