Condividi questa pagina:
Cerca
Home page | Archivio Notizie | Pagina corrente: Gli studenti di Medicina...
Pubblicata il 14 marzo 2019 | Ambiente

Gli studenti di Medicina in sciopero per l'ambiente - “Friday for the Future”

Gli studenti di Medicina in sciopero per l
Si espande anche a Medicina la protesta studentesca contro il riscaldamento globale, sull'esempio di Greta Thunberg, giovanissima ambientalista svedese, che ha lanciato la mobilitazione a tutela dell'ambiente. Dopo i Fridays for Future, i venerdì di protesta, venerdì 15 marzo in tutto il mondo ci sarà lo sciopero globale per il clima (#climatestrike): i giovani scenderanno in piazza a protestare contro l'inerzia dei governanti per fermare i cambiamenti climatici.

La manifestazione degli studenti medicinesi si terrà in Piazza Garibaldi a partire dalle ore 9.30.

I giovani chiedono ai governanti di ascoltare il monito degli scienziati e di affrettarsi a cambiare rotta. La concentrazione di anidride carbonica ha superato la media di 410 parti per milione (ppm), il livello più alto in almeno 800.000 anni e non fa che aumentare. Gli scienziati ritengono che il mondo non abbia mai vissuto un aumento dei livelli di CO2 così veloce e intenso come questo, e che ci restano 12 anni prima di superare i fatidici 1,5 gradi, con cambiamenti in tutto l'ecosistema totalmente irreversibili.

Il riscaldamento globale riguarda tutti!
Per questo la cittadinanza è invitata a partecipare, dando sostegno ai ragazzi che manifestano.

Secondo il fondatore di Slow Food Carlo Petrini “Non stiamo parlando di un nuovo movimento ecologista o ambientalista: questa è la politica del futuro rispetto al genere umano. Siamo davanti a un fenomeno storico di grande rilevanza. Molti anni fa, nel 1968, i giovani scelsero di lottare contro l'autoritarismo e al fianco della classe operaia. Questo fenomeno, invece, è partito in maniera autonoma grazie alla testimonianza di una giovane svedese ma ha avuto la capacità di diffondersi repentinamente. È figlio dei nostri tempi e di una comunicazione digitale che amplifica i messaggi e li diffonde. La sensibilità di questi giovani è strettamente collegata al loro futuro e alla loro esistenza. Alcuni studiosi ritengono che siamo entrati nella nuova era dell'antropocene dove i comportamenti del genere umano incidono fortemente sul clima, sull'ecosistema e sulla fertilità dei suoli. Stiamo distruggendo il pianeta. Poche settimane fa, la FAO ha dichiarato che la perdita della biodiversità rischia di compromettere le esigenze alimentari dei viventi. Ecco allora che i giovani fanno sentire la propria voce.
La questione del cambiamento climatico è determinata da scelte politiche nefaste e da un modello di sviluppo autodistruttivo che ha generato fenomeni come l'effetto serra e il conseguente surriscaldamento del pianeta. Per ogni grado di temperatura che aumenta sulla Terra, le coltivazioni si spostano di 150 km a nord e di 200 metri di altitudine. Questo cambio di coltivazioni genera degli sconquassi di tipo paesaggistico e produttivo. Per esempio, la vite si sta diffondendo in Inghilterra dove, di fatto, non è mai esistita. Per contro, nella nostra Sicilia si stanno piantando le banane! In una parte del mondo assistiamo alla perdita di frutti e verdure e all'acquisizione di altre tipologie di ortaggi. Nell'Africa subsahariana c'è l'aumento della desertificazione, ad oggi milioni di ettari sono diventati aridi. Una comunità di pastori in Kenya ha perso i loro greggi perché gli animali non possono più alimentarsi. E non c'è soluzione. Ne consegue che queste popolazioni, in mancanza di futuro, saranno destinate ad emigrare pur di fuggire da tale disagio. Ecco allora che scopriamo che persino le migrazioni sono collegate al cambiamento climatico. I ragazzi, per primi, hanno colto la necessità di una rottura per un discorso di futuro e sopravvivenza. Noi, più adulti, stiamo consegnando ai giovani d'oggi un mondo in dissoluzione che tra cinquant'anni potrebbe implodere per le contraddizioni climatiche, ambientali e sociali. Ecco perché è necessario sostenere il grido, di valenza politica, di questi giovani.”


Hashtag #FridaysForFuture e #ClimateStrike


Notizia a cura della Segreteria del Sindaco

Il Comune
Sindaco e Giunta
Consiglio comunale
Commissioni
Consulte territoriali
Consulte tematiche
Uffici comunali

Contatti
Ufficio Relazioni con il Pubblico
Trova una persona
Scrivi al Sindaco
Posta Elettronica Certificata

Servizi online
Albo Pretorio
Albo Pretorio (dati fino al 2/05/2016)
Bandi e Gare
Autenticazione con Federa
PSC - RUE - Classificazione acustica
People SUAP
Pagamenti online
Servizio rette scolastiche
Iscrizione ai servizi scolastici
Servizi demografici online

Trasparenza
Amministrazione trasparente
Amministrazione trasparente (dati fino al 2/05/2016)
Codice disciplinare
Ex Trasparenza, valutazione e merito

Navigazione tematica
Agricoltura
Ambiente e Verde
Attività produttive
Casa
Cultura, tempo libero e sport
Disabili
Giovani
Lavoro
Macellazione
Neve
Patrocinio
Protezione civile
Raccolta firme
Rette scolastiche
Risarcimento danni
Sale pubbliche
Spazi pubblicitari
Sanità e salute
Scuole e asili nido
Servizi cimiteriali
Sociale
Sportello Servizi al cittadino
Stranieri
Trasporti
Turismo e ricettività
Tasse e Tributi
Polizia Municipale
Anagrafica dell'Ente
Comune di Medicina
Provincia di Bologna
Regione Emilia-Romagna
Italy
Via Libertà 103, 40059 Medicina (BO)
Tel. 051.69.79.111 - Fax 051.69.79.222
email: urp@comune.medicina.bo.it
Partita IVA: 00508891207
Codice Fiscale: 00421580374

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'ufficio URP, Segreteria Affari Generali, Segreteria del Sindaco.
Per inviare segnalazioni:
comunicazione@comune.medicina.bo.it
Pubblicato nel marzo del 2014
Realizzazione sito Punto Triplo Srl
Cookie
Informativa Cookie
Area riservata