Condividi questa pagina:
Cerca
Home page | Il Comune | Uffici Comunali | Anagrafe | Pagina corrente: Residenza - Immigrazione...
Il Comune
Uffici Comunali
Anagrafe

Residenza - Immigrazione da altro Comune o dall'estero (per cittadini comunitari)

Dove rivolgersi: Ufficio Anagrafe

A chi rivolgersi

Luisa Lanzarini

Nome: Luisa Lanzarini
Telefono: 051 6979256
Cellulare:
Fax: 051 6979255
Profilo: Operatore esecutore

Funzioni: Ufficiale di Anagrafe e di Stato civile
Valentina Montalbani

Nome: Valentina Montalbani
Telefono: 051 6979256
Cellulare:
Fax: 051 6979255
Profilo: Istruttore amministrativo

Funzioni: Ufficiale di Anagrafe e Stato civile
Mirella Dall'Olio

Nome: Mirella Dall'Olio
Telefono: 051 6979288
Cellulare:
Fax: 051 6979255
Profilo: Collaboratore amministrativo

Funzioni: Ufficiale di Anagrafe e Stato civile

Unità Organizzativa responsabile dell'istruttoria: Servizi Demografici

Responsabile del procedimento – Ufficiale d'Anagrafe:

 

Italo Poggesi, Tel.0516979256

Luisa Lanzarini, Tel.0516979256

Valentina Montalbani, Tel.0516979256

Mirella Dall'Olio, Tel.0516979256

Catia Campomori, Tel.0516979256

 

Per informazioni: Ufficio Anagrafe

Oggetto e modalità

OGGETTO

Cittadini comunitari

Sono cittadini comunitari tutti coloro che sono in possesso della cittadinanza di uno degli stati membri della comunità europea. Ad oggi, dopo l'ingresso avvenuto il 1° gennaio 2007 di Romania e Bulgaria nella U.E. gli Stati che ne fanno parte sono diventati 28 e precisamente: Austria, Belgio, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

N.B. sono equiparati ai cittadini comunitari anche i cittadini NON comunitari dei seguenti Stati: Islanda, Lichtienstein, Norvegia, Svizzera, Rep. San Marino

I cittadini dei 28 Paesi dell'Unione Europea hanno diritto d'ingresso in Italia dove possono soggiornare per un periodo non superiore a 3 mesi senza alcuna formalità. E' sufficiente essere in possesso della carta d'identità. Il diritto di soggiorno fino a 3 mesi è comunque subordinato alla disponibilità di risorse economiche che gli impediscono di diventare un onere per lo Stato italiano, e finché non costituiscono un pericolo per l'ordine e la sicurezza pubblica.

Il diritto al soggiorno superiore a 3 mesi, invece, é riconosciuto solo se sussiste uno dei seguenti requisiti:

a)  si tratta di un lavoratore subordinato o autonomo
b)  il cittadino dell'U.E. dispone, per se stesso e per i propri familiari, di risorse economiche sufficienti e di un'assicurazione sanitaria
c)  si tratta di studente iscritto presso un istituto pubblico o privato riconosciuto per seguirvi un corso di studi o formazione professionale e dispone di risorse economiche sufficienti e di un'assicurazione sanitaria
d)  cittadino famigliare di un comunitario

In questi casi il cittadino dell'Unione Europea, a partire dall'11 aprile 2007, non dovrà più richiedere la carta di soggiorno alla Questura in quanto questo documento é stato abolito dovrà, invece, richiedere l'iscrizione all'anagrafe del Comune dove intende stabilirsi.

MODALITA' DI RICHIESTA

La richiesta deve essere formulata all'Ufficio Anagrafe, entro 20 giorni dalla data in cui si è verificata l'immigrazione, con una delle seguenti modalità:

• presentare istanza direttamente allo sportello Ufficio Anagrafe, previo appuntamento;

• consegnare personalmente all'Ufficio Relazioni con il Pubblico, con allegata copia documento di identità

• inviare per posta tramite raccomandata con Avviso di Ricevimento all'indirizzo Comune di Medicina, Via Libertà 103, cap.40059, con allegata copia documento di identità

• trasmettere via fax al numero 0516979255 oppure al 0516979222, con allegata copia documento di identità

• trasmettere via email semplice all'indirizzo anagrafe@comune.medicina.bo.it : la domanda dovrà essere firmata digitalmente, mentre copia del documento d'identità dovrà essere allegata in formato pdf o equivalente;

• trasmettere via email semplice all'indirizzo anagrafe@comune.medicina.bo.it : la copia della dichiarazione recante la firma autografa, copia del documento d'identità dovrà essere allegata in formato pdf o equivalente;

• trasmettere via posta elettronica certificata (PEC): comune.medicina@cert.provincia.bo.it

Cosa occorre

REQUISITI
Per ottenere l'iscrizione anagrafica il cittadino comunitario deve dimostrare con idonea documentazione che é in possesso dei seguenti requisiti:

a) é lavoratore subordinato o autonomo nello Stato
b) dispone, per se stesso e per i propri familiari di risorse economiche sufficienti e di una assicurazione sanitaria o di un altro titolo idoneo comunque denominato che copra tutti i rischi nel territorio nazionale
c) é iscritto presso un istituto pubblico o privato riconosciuto per seguirvi a titolo principale un corso di studi o di formazione professionale e dispone, per se stesso e per i propri familiari, di risorse economiche sufficienti, per non diventare un onere a carico dell'assistenza sociale dello Stato durante il suo periodo di soggiorno, da attestare attraverso una dichiarazione, o con altra idonea documentazione, e di un'assicurazione sanitaria o di altro titolo idoneo che copra tutti i rischi nel territorio nazionale
d) é familiare, come definito dall'articolo 2 del Decreto Lgs. n. 30/2007, che accompagna o raggiunge un cittadino dell'Unione che ha diritto di soggiornare ai sensi delle lettere a), b) o c)

Il diritto di soggiorno è esteso ai familiari non aventi la cittadinanza di uno stato membro quando accompagnano o raggiungono nel territorio nazionale il cittadino dell'Unione, purché questi abbia le condizioni sopra descritte alle lettere a), b) o c).

Il cittadino dell'Unione già lavoratore subordinato o autonomo sul territorio nazionale, conserva il diritto al soggiorno quando:

a) è temporaneamente inabile al lavoro a seguito di una malattia o infortunio
b) è in stato di disoccupazione involontaria debitamente comprovata dopo aver esercitato un'attività lavorativa per oltre un anno nel territorio nazionale ed è iscritto presso il Centro per l'impiego, ovvero ha reso la dichiarazione, che attesti l'immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa
c) è in stato di disoccupazione involontaria debitamente comprovata al termine di un contratto di lavoro di durata determinata inferiore ad un anno, ovvero si è trovato in tale stato durante i primi dodici mesi di soggiorno nel territorio nazionale, è iscritto presso il Centro per l'impiego ovvero ha reso la dichiarazione che attesti l'immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa. In tale caso, l'interessato conserva la qualità di lavoratore subordinato per un periodo di un anno
d) segue un corso di formazione professionale. Salvo il caso di disoccupazione involontaria, la conservazione della qualità di lavoratore subordinato presuppone che esista un collegamento tra l'attività professionale precedentemente svolta e il corso di formazione seguito

Documentazione da presentare

Per richiedere l'iscrizione nell'anagrafe del Comune di Medicina, occorre presentarsi muniti di:

fotocopia Carta d'identità di tutti i richiedenti
fotocopia Codice Fiscale di tutti i richiedenti;
fotocopia Patenti di guida e targhe dei veicoli posseduti (autoveicoli, motocicli, ciclomotori, rimorchi, ecc.) per l'automatica variazione della residenza sugli stessi.

NOTA BENE: A seguito delle modifiche del Codice della Strada, dal 2 febbraio 2013 sulle nuove Patenti di Guida è stata eliminata l'indicazione della residenza del titolare. Questa regola vale anche per le Patenti di Guida rilasciate prima del 2 febbraio 2013. Il cittadino che farà una pratica anagrafica di residenza (immigrazione o cambio di abitazione interno al Comune) non riceverà più l'etichetta di aggiornamento per la Patente di Guida ma solo l'adesivo da applicare sulla carta di circolazione dei mezzi di sua proprietà.

Al cittadino dell'Unione che intende soggiornare in Italia, per un periodo superiore a tre mesi, si applica la legge 24 dicembre 1954 n. 1228, ed il nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n. 223.

Oltre quanto previsto per i cittadini italiani, per l'iscrizione anagrafica, il cittadino dell'Unione deve produrre la documentazione attestante:

a) l'attività lavorativa, subordinata o autonoma, esercitata se l'iscrizione è richiesta ai sensi dell'articolo 7, comma 1, lettera a)
b) la disponibilità di un reddito annuo (derivante da fonti lecite non inferiore all'importo annuo dell'assegno sociale se si chiede il ricongiungimento di un solo familiare, al doppio dell'importo annuo dell'assegno sociale se si chiede il ricongiungimento di due o tre familiari, al triplo dell'importo annuo dell'assegno sociale se si chiede il ricongiungimento di quattro o più familiari. Ai fini della determinazione del reddito si tiene conto anche del reddito annuo complessivo dei familiari conviventi con il richiedente), vedi allegato Scheda sul reddito, nonché la titolarità di una assicurazione sanitaria ovvero di altro titolo comunque denominato idoneo a coprire tutti i rischi nel territorio nazionale, se l'iscrizione è richiesta ai sensi dell'articolo 7, comma 1, lettera b);(“vedi allegato Assistenza sanitaria - modelli comunitari”)
c) l'iscrizione (“vedi allegato Assistenza sanitaria - modelli comunitari”) presso un istituto pubblico o privato riconosciuto dalla vigente normativa e la titolarità di un'assicurazione sanitaria ovvero di altro titolo comunque denominato idoneo a coprire tutti i rischi, nonché a disponibilità di un reddito annuo derivante da fonti lecite non inferiore all'importo annuo dell'assegno sociale se si chiede il ricongiungimento di un solo familiare, al doppio dell'importo annuo dell'assegno sociale se si chiede il ricongiungimento di due o tre familiari, al triplo dell'importo annuo se si chiede il ricongiungimento di quattro o più familiari. Ai fini della determinazione del reddito si tiene conto anche del reddito annuo complessivo dei familiari conviventi con il richiedente, nonché la titolarità di una assicurazione sanitaria ovvero di altro titolo comunque denominato idoneo a coprire tutti i rischi nel territorio nazionale, se l'iscrizione è richiesta ai sensi dell'articolo 7, comma 1, lettera c);(“vedi allegato Assistenza sanitaria - modelli comunitari ”)
d) Il cittadino dell'Unione può dimostrare di disporre, per sé e per i propri familiari, di risorse economiche sufficienti a non gravare sul sistema di assistenza pubblica, anche attraverso la dichiarazione di cui agli articoli 46 e 47 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

Ai fini dell'iscrizione anagrafica, oltre a quanto previsto per i cittadini italiani dalla normativa vigente, i familiari del cittadino dell'Unione europea che non hanno un autonomo diritto di soggiorno devono presentare, in conformità alle disposizioni del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445:
a) un documento di identità o il passaporto in corso di validità, nonché il visto di ingresso quando richiesto
b) un documento che attesti la qualità di familiare e, qualora richiesto, di familiare a carico
c) l'attestato della richiesta d'iscrizione anagrafica del familiare cittadino dell'Unione

Salvo quanto previsto dal D. LGS. n. 30/2007, per l'iscrizione anagrafica ed il rilascio della ricevuta di iscrizione e del relativo documento di identità si applicano le medesime disposizioni previste per il cittadino italiano.

Le richieste di iscrizioni anagrafiche dei familiari del cittadino dell'Unione che non abbiano la cittadinanza di uno Stato membro sono trasmesse, a cura delle amministrazioni comunali alla Questura competente per territorio.

Per il cambio di residenza in un edificio di nuova costruzione, occorre, per prima cosa, il numero civico, che verrà rilasciato dallo Sportello Unico dell'Edilizia.
Per chi entra in un nucleo famigliare già esistente, occorre la firma di un componente maggiorenne della famiglia stessa.
Ai fini dell'esatta identificazione della nuova abitazione e relativo numero civico è opportuno segnalare il nome di un componente del nucleo famigliare che occupa l'abitazione precedente.
I cittadini comunitari e stranieri (eventuali famigliari) devono comprovare il proprio stato civile (coniugato, non coniugato) presentando certificato di matrimonio originale tradotto e legalizzato

Iter - decorrenza - costi

L'Ufficiale d'Anagrafe, ricevuta la richiesta, registrerà le dichiarazioni entro 2 giorni lavorativi successivi, con decorrenza dalla data di presentazione/ricevimento delle dichiarazioni stesse.

Entro i 45 giorni successivi dalla data di presentazione/ricevimento delle dichiarazioni, l'Ufficiale d'Anagrafe effettuerà gli accertamenti necessari per verificare l'esistenza della dimora abituale avvalendosi anche degli Agenti di Polizia Municipale; e trasmetterà al Comune di precedente iscrizione anagrafica, il relativo modello per la cancellazione.


Se l'accertamento risulta negativo verrà notificato al richiedente il motivo del mancato accoglimento. All'atto della richiesta di iscrizione anagrafica, é rilasciata una attestazione contenente l'indicazione del nome e della dimora del richiedente, nonché la data della richiesta.

Decorrenza:
La cancellazione dall'anagrafe del Comune di precedente residenza e l'iscrizione nell'anagrafe del Comune di Medicina avranno la stessa decorrenza, cioè quella della data della dichiarazione di trasferimento resa dall'interessato all'Ufficio Anagrafe.

Costi:
Le dichiarazioni anagrafiche sono esenti da qualsiasi tassa e diritto.

Spese sanitarie:

  • il lavoratore cittadino dell'Unione e i suoi famigliari hanno la copertura delle spese sanitarie garantita dal Servizio Sanitario Nazionale
  • i cittadini dell'Unione che soggiornano in Italia per motivi di studio o di formazione professionale, o altro, nonché i famigliari a loro carico, devono produrre polizza di assicurazione sanitaria idonea a coprire tutti i rischi sul territorio nazionale. Ai fini dell'iscrizione anagrafica, la durata della polizza sanitaria deve essere di almeno 1 anno, o almeno pari al corso di studi o di formazione professionale, se inferiore all'anno. I formulari E106, E120, E121 (o E 33), E109 (O e 37) presentati dai cittadini dell'Unione, soddisfano il requisito della copertura sanitaria al fine dell'iscrizione anagrafica. Al contrario, la tessera sanitaria europea (TEAM) rilasciata dal Paese di provenienza non sostituisce la polizza sanitaria


Il provvedimento finale del Comune può essere sostituito da una dichiarazione sostitutiva dell'interessato? NO

Il provvedimento finale del Comune può concludersi con un silenzio/assenso da parte del Comune? SI

STRUMENTI DI TUTELA AMMINISTRATIVA E GIURISDIZIONALE

INERZIA DELL'AMMINISTRAZIONE

Nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo:,

Onelio Rambaldi, Sindaco, Telefono 0516979283 (Segreteria), fax.0516979222,
email: segreteria@comune.medicina.bo.it

Modalità di richiesta: attraverso invio istanza alla casella di posta elettronica certificata istituzionale
PEC: comune.medicina@cert.provincia.bo.it
oppure

tramite posta ordinaria Via Libertà 103, cap.40059 oppure fax 0516979222.

Qualora anche il titolare del potere sostitutivo rimanga inerte e non concluda il procedimento con l'emanazione dell'atto conclusivo nella metà del tempo originariamente previsto, ai sensi dell'art.2, comma 9-bis, della Legge 9 agosto 1990, n. 241, "avverso il silenzio" della P.A. il privato potrà ricorrere al TAR (Tribunale Amministrativo Regionale).


RICORSI: i cittadini possono avvalersi dei seguenti ricorsi:

1) “ricorso gerarchico” al Prefetto di Bologna avverso i seguenti atti, entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento,:

1. diniego di iscrizione o di cancellazione di un soggetto e/o di un nucleo familiare dall'anagrafe
della popolazione residente
2. iscrizione d'ufficio all'anagrafe della popolazione residente o trasferimento della residenza

Link sito Prefettura UTG di bologna: http://www.prefettura.it/bologna/contenuti/10206.htm


2) ricorso all'autorità giudiziaria ordinaria (Tribunale Civile) competente territorialmente per ottenere in sede giurisdizionale il riconoscimento di un diritto soggettivo asseritamente leso da un provvedimento dell'Amministrazione in materia di iscrizione e cancellazione anagrafica, entro i termini di prescrizione ordinaria stabilita dal codice civile (art.2946)

Normativa di riferimento

Legge 24 dicembre 1954, n.1228 “Ordinamento delle anagrafi della popolazione residente”

• D.P.R. 30 maggio 1989, n.223 “Approvazione del nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente”

• Legge n.241 7 agosto 1990 Nuove norme il materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi, art.2 comma 9-bis “Conclusione del procedimento”

• Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n.267 T.U. delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, Cap.III Dirigenza ed incarichi.

• D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445 - Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa”

• Decreto Legislativo 6 febbraio 2007 n. 30 “Attuazione della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell'Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri”


• Circolare n.19 del 06/04/2007 del Ministero dell'Interno – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali – Direzione Centrale per i Servizi Demografici, “Decreto Legislativo 6 febbraio 2007, n.30 Attuazione della direttiva 2004/38/CE…omissis…”;

• Legge 15 luglio 2009, n.94 “Disposizioni in materia della sicurezza pubblica”

• Circolare n.17 del 04/07/2011 del Ministero dell'Interno – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali – Direzione Centrale per i Servizi Demografici, “Impugnazione dei decreti prefettizi in materia anagrafica”;

• Art. 5 D.L. 09/02/2012 n.5, convertito in Legge 04/04/2012 n. 35 “Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e sviluppo”

• Deliberazione di Giunta Comunale n.113 del 27/08/2012 Provvedimenti in materia di conclusione del procedimento amministrativo (individuazione del soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia).

• Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n.33 Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni

• Legge 06/08/2013 n.97 “Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2013”, contenente disposizioni sul diritto di soggiorno del partner comunitario

• Deliberazione di Giunta Comunale n.160 del 16/12/2013 “Delibera Giunta Comunale n.113/2012 “Provvedimenti in materia di conclusione del procedimento amministrativo”: specifiche con riguardo a procedimenti assegnati ai Servizi Demografici.”.

• Art. 5 D.L. 28/03/2014 n. 47 convertito in Legge 23/05/2014 n.80 “Misure urgenti per l'emergenza abitativa…”

• Circolare prot.n.579 del 20/02/2015 Ministero dell'Interno – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali – Direzione Centrale per i Servizi Demografici, “Decreto Legge 47/2014 – Misure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per l'EXPO 2015. Quesiti.”;

ULTIMA MODIFICA: 05/11/2015
Allegati alla pagina
Dichiarazione di residenza e cambio di abitazione - Istruzioni
Dimensione file: 114 kB [Nuova finestra]
Scheda attività preliminari e conseguenti al cambio di residenza o indirizzo
Dimensione file: 153 kB [Nuova finestra]
Allegato 1 - Dichiarazione di residenza: per iscrizioni anagrafiche o cambi di abitazione
Dimensione file: 69 kB [Nuova finestra]
Allegato A - Cittadini Paesi extra UE
Dimensione file: 45 kB [Nuova finestra]
Allegato B - Cittadini Paesi U.E.
Dimensione file: 188 kB [Nuova finestra]
Assistenza sanitaria - modelli comunitari
Dimensione file: 97 kB [Nuova finestra]
Scheda cittadini comunitari dopo l'11 aprile
Dimensione file: 27 kB [Nuova finestra]
Circolare comunitari
Dimensione file: 190 kB [Nuova finestra]
Tabella reddito comunitari anno 2016
Dimensione file: 10 kB [Nuova finestra]
Allegato n.1 - Dichiarazione sostitutiva fatta da chi usa l'abitazione
Dimensione file: 14 kB [Nuova finestra]
Allegato n.2 - Dichiarazione sostitutiva fatta dal proprietario
Dimensione file: 14 kB [Nuova finestra]
Il Comune
Sindaco e Giunta
Consiglio comunale
Commissioni
Consulte territoriali
Consulte tematiche
Uffici comunali

Contatti
Ufficio Relazioni con il Pubblico
Trova una persona
Scrivi al Sindaco
Posta Elettronica Certificata

Servizi online
Albo Pretorio
Bandi e Gare
Autenticazione con Federa
PSC - RUE - Classificazione acustica
People SUAP
Pagamenti online
Servizio rette scolastiche
Iscrizioni servizi scolastici - centri estivi
Servizi demografici online

Trasparenza
Amministrazione trasparente
Codice disciplinare
Ex Trasparenza, valutazione e merito

Navigazione tematica
Agricoltura
Sportello Servizi al cittadino
Ambiente e Verde
Attività produttive
Casa
Cultura, tempo libero e sport
Disabili
Giovani
Lavoro
Macellazione
Patrocinio
Protezione civile
Raccolta firme
Risarcimento danni
Sale pubbliche
Sanità e salute
Scuole e asili nido
Servizi cimiteriali
Sociale
Stranieri
Trasporti
Turismo e ricettività
Tasse e Tributi
Polizia Municipale
Anagrafica dell'Ente
Comune di Medicina
Provincia di Bologna
Regione Emilia-Romagna
Italy
Via Libertà 103, 40059 Medicina (BO)
Tel. 051.69.79.111 - Fax 051.69.79.222
email: urp@comune.medicina.bo.it
Partita IVA: 00508891207
Codice Fiscale: 00421580374

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'ufficio URP, Segreteria Affari Generali, Segreteria del Sindaco.
Per inviare segnalazioni:
comunicazione@comune.medicina.bo.it
Pubblicato nel marzo del 2014
Realizzazione sito Punto Triplo Srl
Cookie
Informativa Cookie
Area riservata