Condividi questa pagina:
Cerca
Home page | Il Comune | Uffici Comunali | Stato civile | Pagina corrente: Cremazione - Dispersione...
Il Comune
Uffici Comunali
Stato civile

Cremazione - Dispersione ceneri (ed affido)

A chi rivolgersi

Catia Campomori

Nome: Catia Campomori
Telefono: 051 6979237
Cellulare:
Fax: 051 6979255
Profilo: Istruttore amministrativo

Funzioni: Ufficiale di Stato Civile e d'Anagrafe
Mirella Dall'Olio

Nome: Mirella Dall'Olio
Telefono: 051 6979288
Cellulare:
Fax: 051 6979255
Profilo: Collaboratore amministrativo

Funzioni: Ufficiale di Anagrafe e Stato civile

UNITÀ ORGANIZZATIVA RESPONSABILE DELL' ISTRUTTORIA: SERVIZI DEMOGRAFICI

Responsabile del procedimento – l'Ufficiale di Stato Civile:

Italo Poggesi, Tel.0516979237
Catia Campomori, Tel.0516979237
Luisa Lanzarini, Tel.0516979237
Mirella Dall'Olio, Tel.0516979237
Valentina Montalbani, Tel.0516979237

Per informazioni: Ufficio Stato Civile

CREMAZIONE

L'Autorizzazione alla cremazione, dispersione delle ceneri e affido personale delle ceneri e' data nel rispetto della volontà espressa in vita dal defunto.

Modalità di presentazione della domanda

La domanda e' indirizzata al Sindaco del Comune di decesso: puo' essere presentata personalmente dal coniuge o parente del defunto, anche tramite un loro incaricato (addetto Impresa di Onoranze Funebri), o inoltrata a mezzo posta.

Alla richiesta di cremazione sono allegati tutti i documenti comprovanti:
1. la volontà del defunto di essere cremato
2. il certificato del medico necroscopo dal quale sia escluso il sospetto di morte dovuta a reato, oppure il nulla osta dell'autorità giudiziaria
3. copia del documento di identità valido del richiedente

Forma della volontà espressa in vita dal defunto:
Disposizione testamentaria oppure iscrizione ad associazione di cremazione legalmente riconosciuta;
in mancanza della disposizione testamentaria o iscrizione ad associazione:
1) volontà manifestata dal coniuge; oppure se non esiste il coniuge
2) volontà manifestata dal parente più prossimo (individuato secondo gli artt. 74 e seguenti del codice civile) e, nel caso di concorrenza di più parenti nello stesso grado, da tutti gli stessi.

DISPERSIONE DELLE CENERI

Modalità di presentazione della domanda

La domanda corredata da tutti i documenti e gli atti comprovanti la volontà del defunto e' indirizzata al Sindaco del:

a) Comune del luogo di decesso;
b) Comune di residenza del defunto, qualora il decesso sia avvenuto in altra Regione;
c) Comune ove sono già tumulate le ceneri.

Forma di volontà espressa in vita dal defunto

La volontà del defunto di disperdere le proprie ceneri deve chiaramente ed inequivocabilmente emergere da:1) disposizione testamentaria;

2) dichiarazione autografa (da pubblicarsi come testamento olografo art. 620 c.c.);
3) dichiarazione resa e sottoscritta nell'ambito dell'iscrizione ad associazione legalmente riconosciuta che abbia tra i propri fini quello della cremazione dei cadaveri;
4) dichiarazione resa, di fronte ad un pubblico ufficiale con sottoscrizione appositamente autenticata, dai congiunti che riferiscono la volontà verbale manifestata in vita dal defunto di essere disperso nonché il luogo della dispersione e la persona incaricata alla stessa, così come previsto dalla direttiva regionale

I “congiunti” che possono rendere questa dichiarazione sono:

a) coniuge, ove presente, congiuntamente ai parenti di primo grado (figli e genitori del defunto);
b) in assenza del coniuge e dei parenti di primo grado, il parente più prossimo individuato ai sensi degli artt. 74 e seguenti del codice civile (in caso di concorrenza di più parenti nello stesso grado, da tutti gli stessi).

Luoghi dove svolgere la dispersione nell'ambito del territorio regionale:
• area cimiteriale appositamente individuata
• area privata, aperta e con il consenso del proprietario (e' vietata la dispersione nei centri abitati)
• in natura (nei tratti liberi da natanti e manufatti): mare, lago o fiume

Persona autorizzata alla dispersione:
• persona indicata per volontà del defunto; in mancanza:
• coniuge
• figli
• altri familiari aventi diritto
• esecutore testamentario
• legale rappresentante di associazione per la cremazione a cui il defunto era iscritto
• personale appositamente autorizzato dal comune che esercita l'attività funebre.

AFFIDO PERSONALE DELLE CENERI

UFFICIO COMPETENTE: Ufficio Servizi Cimiteriali

CONSEGNA DELLE CENERI
Le ceneri sono consegnate da parte del gestore del crematorio cimiteriale mediante processo verbale (art. 81 D.P.R.. 285/1990), previa verifica:

a) dell'atto di autorizzazione di dispersione o affido delle ceneri
b) dell'atto di autorizzazione al trasporto delle ceneri


Tempi del procedimento e costi

Termine

- Cremazione: compilazione e rilascio dell'autorizzazione non prima di 24 ore dal decesso;
- Dispersione ceneri: entro 3 giorni dalla richiesta;

COSTI

• La domanda di cremazione, dispersione ceneri e affido personale delle ceneri ed i relativi provvedimenti di autorizzazione sono assoggettati al pagamento dell'imposta di bollo di euro 16,00. Se l'autorizzazione e' rilasciata in più originali, l'imposta di bollo e' assolta su ognuno di essi.

Il provvedimento finale del Comune puo' essere sostituito da una dichiarazione sostitutiva dell'interessato? NO
Il provvedimento finale del Comune puo' concludersi con un silenzio/assenso da parte del Comune? NO

STRUMENTI DI TUTELA AMMINISTRATIVA E GIURISDIZIONALE

Nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo:

Onelio Rambaldi, Sindaco, Telefono 0516979283 (Segreteria), fax.0516979222, email: segreteria@comune.medicina.bo.it

Modalità di richiesta: attraverso invio istanza alla casella di posta elettronica certificata istituzionale
PEC: comune.medicina@cert.provincia.bo.it

oppure

tramite posta ordinaria Via Libertà 103, cap.40059 oppure fax 0516979222.

Qualora anche il titolare del potere sostitutivo rimanga inerte e non concluda il procedimento con l'emanazione dell'atto conclusivo nella metà del tempo originariamente previsto, ai sensi dell'art.2, comma 9-bis, della Legge 9 agosto 1990, n. 241, "avverso il silenzio" della P.A. il privato potrà ricorrere al TAR (Tribunale Amministrativo Regionale).

- RICORSI: avverso il provvedimento finale e agli atti del procedimento aventi efficacia esterna i cittadini possono presentare ricorso al TAR entro 60 giorni dalla notifica/comunicazione del provvedimento finale. (o della conoscenza legale dello stesso).

NORMATIVA

Legge n.241 7 agosto 1990 Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi, art.2 comma 9-bis Conclusione del procedimento

D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285 – Approvazione del Regolamento di Polizia Mortuaria;

Ministero della Sanita', Circolare 24 giugno 1993, n. 24 – Regolamento di polizia mortuaria, approvato con D.P.R. n. 285/1990: circolare esplicativa; Legge 30/03/2001, n. 130 – Disposizioni in materia di cremazione e dispersioni delle ceneri;

• Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n.267 T.U. delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, Cap.III Dirigenza ed incarichi.

Legge Regione Emilia Romagna 29/07/2004, n. 19 – Disciplina in materia funeraria e di polizia mortuaria;

Direttiva Giunta Regione Emilia Romagna 10/01/2005, n. 10: Direttiva in merito all'applicazione dell'art. 11 della L.R. 29/07/2004, n. 19 – Disciplina in materia funeraria e di polizia mortuaria;

Direttiva Giunta Regione Emilia Romagna 13/10/2008, n. 1622: Modificazioni alla delibera n. 10/2005 di approvazione della Direttiva in merito all'applicazione dell'art.11 della L.R. n.19/2004 – Disciplina in materia funeraria e di polizia mortuaria;

Decreto Legislativo 30/04/1992, n. 285, ART. 3, comma 1, numero 8 Nuovo Codice della Strada;

D.P.R. 28/12/2000, n. 445 – Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa;


Circolare del Ministero dell'Interno n. 37 del 01/09/2004 – art. 79 del D.P.R. 10/09/1990, n.285- Manifestazione di volontà per la cremazione di una salma. Applicabilità delle norme del D.P.R. 445/2000; Codice Civile artt. 74 e seguenti.

• Regolamento di Polizia Mortuaria – Approvato con deliberazione Consiglio Comunale n.178 del 22/12/2005 – Modificato con deliberazione Consiglio Comunale n.72 del 19/06/2006

Deliberazione di Giunta Comunale n.113 del 27/08/2012 Provvedimenti in materia di conclusione del procedimento amministrativo (individuazione del soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia).

• Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n.33 Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni

• Deliberazione di Giunta Comunale n.160 del 16/12/2013 “Delibera Giunta Comunale n.113/2012 “Provvedimenti in materia di conclusione del procedimento amministrativo”: specifiche con riguardo a procedimenti assegnati ai Servizi Demografici.”

Il regolamento dello Stato Civile - Guida all'Applicazione - Massimario per l'Ufficiale di Stato Civile - Edizione 2014 - Ministero dell'Interno.

ULTIMA MODIFICA: 03/04/2015

Normativa

Regolamento di polizia mortuaria

Modulistica

Conferimento del potere di rappresentanza per la formazione e presentazione di istanze alla pubblica amministrazione
Dichiarazione sostitutiva per cremazione e dispersione
Domanda di autorizzazione al trasporto e alla cremazione di salme o resti mortali (presentata da Impresa di Onoranze Funebri o da Utente)
Istanza per dispersione delle ceneri (modulo cumulativo per cremazione, dispersione e affido)
Il Comune
Sindaco e Giunta
Consiglio comunale
Commissioni
Consulte territoriali
Consulte tematiche
Uffici comunali

Contatti
Ufficio Relazioni con il Pubblico
Trova una persona
Scrivi al Sindaco
Posta Elettronica Certificata

Servizi online
Albo Pretorio
Bandi e Gare
Autenticazione con Federa
PSC - RUE - Classificazione acustica
People SUAP
Pagamenti online
Servizio rette scolastiche
Iscrizioni servizi scolastici - centri estivi
Servizi demografici online

Trasparenza
Amministrazione trasparente
Codice disciplinare
Ex Trasparenza, valutazione e merito

Navigazione tematica
Agricoltura
Sportello Servizi al cittadino
Ambiente e Verde
Attività produttive
Casa
Cultura, tempo libero e sport
Disabili
Giovani
Lavoro
Macellazione
Patrocinio
Protezione civile
Raccolta firme
Risarcimento danni
Sale pubbliche
Sanità e salute
Scuole e asili nido
Servizi cimiteriali
Sociale
Stranieri
Trasporti
Turismo e ricettività
Tasse e Tributi
Polizia Municipale
Anagrafica dell'Ente
Comune di Medicina
Provincia di Bologna
Regione Emilia-Romagna
Italy
Via Libertà 103, 40059 Medicina (BO)
Tel. 051.69.79.111 - Fax 051.69.79.222
email: urp@comune.medicina.bo.it
Partita IVA: 00508891207
Codice Fiscale: 00421580374

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'ufficio URP, Segreteria Affari Generali, Segreteria del Sindaco.
Per inviare segnalazioni:
comunicazione@comune.medicina.bo.it
Pubblicato nel marzo del 2014
Realizzazione sito Punto Triplo Srl
Cookie
Informativa Cookie
Area riservata