Aperta fino al 4 luglio la prima finestra per richiedere il Bonus Sport 2019.

– Di che cosa si tratta?

Si tratta della possibilità di ottenere il credito d’imposta sulle erogazioni liberali effettuate per interventi di restauro, manutenzione o realizzazione di nuovi impianti sportivi pubblici.

Il Bonus Sport è una misura disciplinata dal DPCM 30 aprile 2019. Tale decreto reca le disposizioni di attuazione del credito d’imposta di cui all’art. 1, commi da 621 a 626, della legge 30 dicembre 2018, n. 145.

– Chi può chiederlo?

Il credito d’imposta è riconosciuto alle persone fisiche e agli enti non commerciali nonchè a tutte le imprese, esercitate in forma individuale e collettiva, e alle stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di imprese non residenti che abbiano efettuato nel corso dell’anno solare 2019 le erogazioni liberali in denaro per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche ancorchè destinati ai soggetti concessionari o affidatari.

– Quale la misura del credito d’imposta?

Il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 65 per cento delle erogazioni liberali in denaro effettuate nel corso dell’anno solare 2019 per gli interventi menzionati spetta alle persone fisiche e agli enti non commerciali nel limite del 20 percento del reddito imponibile e ai soggetti titolari di reddito d’impresa nel limite del 10 per mille dei ricavi annui ed è ripartito in tre quote annuali di pari importo.

– Come fare per presentare la domanda?

Per presentare la domanda occorre collegarsi alla pagina web della Presidenza del Consiglio-Ufficio Sport , dove è indicato anche il vademecum della procedura.

Comunicazione a cura dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico