Giovedì 7 novembre sarà proiettato il film “Cyrano mon amour” alla Sala del Suffragio (ore 21.00).

Edmond Rostand, autore senza successo e senza un soldo, sogna di passare dall’ombra alla luce. Sostenuto da Rosemonde, la sua consorte, e da Sarah Bernhardt, l’attrice più celebre della Belle Époque, deve comporre in tre settimane una commedia per Monsieur Constant Coquelin, divo navigato che vorrebbe rilanciare la sua carriera. L’ispirazione ha il volto di Jeanne, costumista e amica di Léo, attore bello ma senza eloquenza. A prestargliela è Edmond, che avvia un fitto carteggio con Jeanne. Lettera dopo lettera trova le rime e il sentimento per nutrire la pièce e incarnare un guascone filosofo. Il 28 dicembre 1897 al Théâtre de la Porte Saint-Martin andrà finalmente in scena “Cyrano de Bergerac”, il testo più recitato della storia del teatro francese.

Eludendo tutti i rischi del teatro filmato e impiegando a meraviglia lo spazio, questa volta illimitato del cinema, il regista Alexis Michalik affonda la spada nel cuore della pièce di cui illustra il processo creativo: dalla crisi all’illuminazione, passando per gli imprevisti tecnici, le riletture caotiche, gli ostacoli burocratici, i capricci dell’ego, gli equivoci da boulevard, i salvataggi in estremo, gli atti di coraggio, il trionfo della prima, le quaranta chiamate alla ribalta.

La rassegna proseguirà con il seguente calendario:

Giovedì 14 novembre “Van Gogh. Sulla soglia dell’eternità”

Giovedì 21 novembre “Non ci resta che il crimine”

Domenica 24 novembre “Remi”

Giovedì 28 novembre “Non sposate le mie figlie! 2”

Giovedì 5 dicembre “Michelangelo infinito”

Domenica 8 dicembre “La Befana vien di notte”

Giovedì 12 dicembre “Stanlio e Ollio”

 

Per tutti gli spettacoli sono a ingresso a offerta libera.

Sala del Suffragio – via Libertà 60

Telefono 333 9434148 info@eclissidilana.it  www.saladelsuffragio.it

 

Notizia a cura dell’Ufficio Servizi Imprese e Cultura