Buone notizie per l’andamento della raccolta differenziata che nel 2019 raggiunge il 69%.

La percentuale da raggiungere è però superiore: i comuni della pianura devono arrivare al 79%.

Le novità

Per raggiungere l’obiettivo, da lunedì 03 febbraio cambiano alcune regole.

  • i cassonetti per i rifiuti misti privi di calotta sparsi sul territorio sono rimossi
  • in via Fiorentina, via del Canale e via Nuova  i cassonetti per l’indifferenziato delle isole ecologiche sono sostituiti da quelli con calotta
  • le isole ecologiche in tutto il territorio sono attrezzate per raccogliere questi tipi di rifiuti: indifferenziato, carta e cartone, vetro, plastica, lattine, sfalci e potature
  • i rifiuti ingombranti o di dimensioni superiori alle aperture dei cassonetti vanno portati in stazione ecologica di via San Rocco.

Anche la TARI verrà rivista perché cambiano le distanze dai contenitori per l’indifferenziato.

L’aggiornamento della tariffa verrà comunicato via posta a ogni persona interessata, indicativamente tra marzo e aprile.

Oltre all’obiettivo del 79% di raccolta differenziata da raggiungere c’è quello di contrastare l’abbandono dei rifiuti.

I cassonetti senza calotta sono utilizzati per buttare il “rusco ingombrante” senza differenziarlo. Sono punti di abbandono comodi, utilizzati da persone o da imprese – anche di comuni limitrofi – per la loro posizione isolata e facilmente raggiungibile.

C’è inoltre un tema di sicurezza: la rimozione dei cassonetti sulle direttrici principali evita i disagi dei mezzi in sosta.

Telecamere attive

Le telecamere di videosorveglianza sono già attive e riprendono gli abbandoni abusivi di rifiuti.

Chi trasgredisce le regole sarà quindi ripreso e sanzionato.

Raccolta rifiuti fase 2

Ogni cassonetto sul territorio è localizzato e registrato: questo per individuare l’esatta distanza e il numero degli utenti che lo utilizzano.

Le informazioni raccolte serviranno quindi per adeguare meglio alle esigenze degli utenti questa disposizione temporanea dei cassonetti.