Istat – Indagine multiscopo sulle famiglie – Aspetti della vita quotidiana – Anno 2024

Cosa è?

L’indagine campionaria “Aspetti della vita quotidiana” fa parte di un sistema integrato di indagini sociali – le indagini multiscopo sulle famiglie – e rileva informazioni fondamentali relative alla vita quotidiana degli individui e delle famiglie.

A partire dal 1993, l’indagine viene svolta ogni anno.

Le informazioni raccolte consentono di conoscere le abitudini dei cittadini e i problemi che essi affrontano ogni giorno e se sono soddisfatti del funzionamento di quei servizi di pubblica utilità che dovrebbero contribuire al miglioramento della qualità della vita. Scuola, lavoro, vita familiare e di relazione, abitazione e zona in cui si vive, tempo libero, partecipazione politica e sociale, salute, stili di vita sono i temi indagati.

Inoltre l’indagine ospita il modulo sull’uso delle tecnologie della comunicazione e dell’informazione da parte delle a famiglie e degli individui, armonizzato a livello europeo e disciplinato dal regolamento 2019/1700.

Chi risponde

L’indagine è eseguita su un campione di circa 25.000 famiglie distribuite in circa 800 comuni italiani di diversa ampiezza demografica. Sono intervistati tutti gli individui appartenenti alle famiglie rientranti nel campione.

Se uno di essi è assente o impegnato, nel caso di intervista somministrata da un intervistatore, si chiede un appuntamento entro l’arco di tempo previsto per la rilevazione; se questo non fosse proprio possibile le risposte possono essere fornite da un altro familiare che risponde al posto della persona assente.

Come vengono scelte le famiglie

Le famiglie vengono estratte casualmente da una lista di famiglie residenti al 1° gennaio 2023 presso i Comuni coinvolti, secondo una strategia di campionamento volta a costruire un campione statisticamente rappresentativo della popolazione residente in Italia.

Alcuni giorni prima dell’intervista viene inviata alle famiglie estratte nel campione una lettera a firma del Presidente dell’Istat in cui viene presentata l’indagine.

Quale è il periodo di rilevazione e la modalità

La rilevazione si svolge dal 15 gennaio all’8 aprile 2024 e prevede di rispondere ad un questionario.

  • Dal 15 GENNAIO al 25 FEBBRAIO le famiglie campione possono compilare il questionario online in modo autonomo, collegandosi all’indirizzo https://gino.istat.it/vita

Si raccomanda l’utilizzo di tale modalità per una compilazione più veloce ed agevole.

Dal 26 febbraio all’ 8 aprile se non ha compilato il questionario online sarà contattata da un operatore del Suo Comune per un’intervista faccia a faccia.

Come vengono raccolti i dati?

Le informazioni vengono raccolte attraverso un questionario che si articola in più parti: una scheda generale con informazioni socio-demografiche (età, sesso, stato civile, titolo di studio, ecc…) per tutti i componenti della famiglia; un questionario familiare con informazioni generali sulla famiglia; un questionario individuale, suddiviso in due parti A e B, per una maggiore comodità di compilazione.
Le suddette informazioni vengono raccolte utilizzando una tecnica mista, che si avvale di un questionario on line interamente autocompilato dai rispondenti, (tecnica CAWI – Computer-Assisted Web Interviewing) oppure di un intervista diretta con questionario sia elettronico che cartaceo somministrato da un intervistatore (tecnica CAPI/PAPI, Computer- Assisted Personal Interviewing e Paper and Pencil Interviewing).

Le famiglie possono compilare il questionario on line (tecnica CAWI) dal 15 gennaio al 25 di febbraio 2024 in totale autonomia, nei tempi ritenuti adeguati alle proprie esigenze, direttamente tramite internet. Per compilare il questionario on line è sufficiente collegarsi al sito dedicato dell’Istat, utilizzando le credenziali della lettera di invito.

Qualora la famiglia non avesse possibilità di compilare il questionario tramite internet, la metodologia prevede che, terminato il periodo previsto per la compilazione on line, un rilevatore comunale, munito di tesserino identificativo, si rechi presso l’abitazione della famiglia, per rivolgere le domande del questionario a tutti i suoi componenti. Per la precisione le informazioni vengono raccolte tramite un questionario elettronico presente sul tablet del rilevatore (scheda generale, scheda familiare e questionari individuali di tipo A), somministrato per intervista dal rilevatore stesso (tecnica CAPI), e un questionario cartaceo (questionario individuale B) di colore verde, che è destinato all’auto-compilazione da parte di ogni componente della famiglia.
Pertanto le famiglie che non hanno compilato in autonomia il questionario su internet (fase CAWI) verranno contattate da un rilevatore per procedere all’intervista faccia a faccia attraverso l’uso di un tablet (fase CAPI).

Obbligo di risposta

Rispondere al questionario è un obbligo per le famiglie coinvolte nei limiti indicati al paragrafo “Obbligo di risposta” in calce alla lettera ricevuta

Per supporto e informazioni

Istat

  • chiama il numero Verde gratuito 188.802-. Il servizio è attivo tutti i giorni, escluso i festivi, dalle 9 alle 21
  • scrivi alla casella di posta elettronica: avq@istat.it
  • consulta il sito dell’Istat  https://www.istat.it/it/archivio/290897

Ufficio di Statistica Comunale
Referente: Marzia Caccamo
Tel. 0516979289
Email: statistica@comune.medicina.bo.it