Istat – Indagine sulle spese delle famiglie e indagine CAPI viaggi e vacanze – Anno 2024

Cosa è?

La rilevazione sulle spese delle famiglie rileva i comportamenti di spesa e i movimenti turistici delle famiglie residenti in Italia. Al fine di consentire il confronto tra paesi, si basa sulla classificazione armonizzata dei consumi individuali secondo lo scopo, COICOP 2018. L’indagine, inserita nel Programma statistico nazionale, permette di analizzare e seguire l’evoluzione dei comportamenti di spesa delle famiglie secondo le loro principali caratteristiche sociali, economiche e territoriali; consente l’analisi delle condizioni abitative e dei comportamenti di viaggio; rappresenta la base informativa per le stime ufficiali di povertà relativa e assoluta in Italia.

Chi risponde

I componenti delle famiglie del campione estratto. Se uno dei componenti è assente o non può rispondere, un altro componente fornirà le risposte ai quesiti in sua vece. Nel caso in cui, per qualsiasi motivo, non sia possibile coinvolgere una famiglia campione, è possibile procedere alla sua sostituzione, attraverso elenchi di famiglie sostitutive.

Come vengono scelte le famiglie

L’indagine, che si svolge ogni anno, è di tipo campionario e coinvolge circa 33mila famiglie residenti in circa 540 comuni italiani. Le famiglie vengono estratte casualmente utilizzando l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), secondo una strategia di campionamento volta a costruire un campione rappresentativo delle famiglie residenti in Italia. Alcuni giorni prima dell’intervista, le famiglie estratte ricevono una lettera firmata dal Presidente dell’Istat nella quale viene presentata l’indagine ed è riportato il Numero verde (gratuito) al quale si possono rivolgere per avere informazioni e/o chiarimenti.

Periodo di rilevazione

La raccolta dei dati è continua, dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno.

Come vengono raccolti i dati

La raccolta dei dati avviene attraverso due questionari CAPI, somministrati da un rilevatore, e un diario cartaceo autocompilato dalla famiglia. Il rilevatore, munito di cartellino identificativo, opera per conto dell’Istat con l’ausilio di un personal computer.

La famiglia riceve una prima visita da parte del rilevatore che effettua l’intervista iniziale e consegna un diario da compilare per un periodo di 14 giorni. Il questionario per l’intervista iniziale serve a rilevare le principali caratteristiche socio-demografiche di tutti i componenti della famiglia e le informazioni sull’abitazione, sul possesso di beni durevoli, di mezzi di trasporto e di comunicazione. Sul diario cartaceo le famiglie devono invece annotare quotidianamente, per 14 giorni, le spese sostenute da tutti i componenti per l’acquisto di: beni alimentari, cibi, bevande e pasti fuori casa, da asporto o a domicilio, cibi e bevande presso distributori automatici, beni e servizi non alimentari di largo consumo. Inoltre, devono annotare le quantità consumate o regalate (da tutti i componenti) di beni alimentari autoprodotti, nonché i luoghi dove più frequentemente, nei 14 giorni, hanno acquistato una selezione di beni, alimentari e non. A metà del periodo di compilazione del diario, la famiglia può ricevere una visita (o una telefonata) intermedia di supporto da parte del rilevatore. Infine, nei primi giorni del mese successivo a quello di compilazione del diario, la famiglia riceve un’ultima visita da parte del rilevatore, che ritira il diario ed effettua un’intervista finale volta a rilevare tutte le altre spese familiari per beni e servizi non alimentari e ad approfondire i movimenti turistici.

Obbligo di risposta

La fornitura dei dati richiesti dall’Istat è obbligatoria ai sensi dell’art.7 del decreto legislativo n.322/1989 e del DPR 11 luglio 2023, di approvazione del Programma statistico nazionale 2020 – 2022 – Aggiornamento 2022 e dell’allegato elenco delle rilevazioni che comportano l’obbligo di risposta per i soggetti privati; in caso di mancata risposta non è prevista l’applicazione di una sanzione.

Per supporto e informazioni

Istat

  • contatta il numero verde gratuito 972.508, attivo con operatore dal lunedì al sabato dalle  8:30 alle 21
  • scrivi a spese@istat.it

 

Ufficio di Statistica Comunale

Referente: Marzia Caccamo
Tel. 0516979289
Email: statistica@comune.medicina.bo.it