Ufficio di riferimento

A chi rivolgersi

UNITÀ ORGANIZZATIVA RESPONSABILE DELL' ISTRUTTORIA: SERVIZI DEMOGRAFICI

Responsabile del procedimento – Ufficiale d’Anagrafe:

Italo Poggesi, Tel.0516979256
Luisa Lanzarini, Tel.0516979256
Valentina Montalbani, Tel.0516979256
Mirella Dall’Olio, Tel.0516979256
Catia Campomori, Tel.0516979256

Per informazioni: Ufficio Anagrafe

MODALITA' DI RICHIESTA

Per legalizzazione di foto si intende l’identificazione della persona riprodotta nella fotografia completa delle proprie generalità ed è limitata ai seguenti casi:

  • richiesta di passaporto e patente
  • autorizzazione per porto d’armi
  • licenza di caccia e di pesca

La legalizzazione di foto la può essere richiesta da qualsiasi persona maggiore di età. Per i soggetti minorenni la legalizzazione di fotografia è consentita solo in presenza del genitore esercente la potestà o del tutore.
Il funzionario deve vedere personalmente il titolare del documento che emette. Questa “visione” diretta è parte integrante e non derogabile del processo di identificazione. In caso contrario si configura il reato di falsità ideologica in atto pubblico (art. 479 c.p.), il cui elemento soggettivo consiste nel dolo generico: questo comporta che il delitto è perfetto anche se la falsità è posta in essere senza la intenzione di nuocere o anche nella consapevolezza della sua innocuità

Documenti da presentare

Valido documento di riconoscimento e la propria fotografia formato tessera, frontale, recente e senza copricapo.

COSTI A CARICO DELL'UTENTE

0,26 euro

N.B. La legalizzazione delle fotografie prescritte per il rilascio dei documenti personali non è soggetta all’obbligo del pagamento dell’imposta di bollo.

Modalità di pagamento:

in contanti o con moneta elettronica tramite POS (bancomat e carta di credito circuito CartaSI)

TERMINE - SILENZIO-ASSENSO

Termine fissato per la conclusione del procedimento:
– rilascio immediato se il richiedente si presenta allo sportello

– rilascio entro 7 giorni per richieste di funzionario a domicilio

Silenzio – Assenso:

Il provvedimento finale del Comune può essere sostituito da una dichiarazione sostitutiva dell’interessato? No
Il provvedimento finale del Comune può concludersi con un silenzio/assenso da parte del Comune? NO

STRUMENTI DI TUTELA AMMINISTRATIVA E GIURISDIZIONALE

Nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo:,

Matteo Montanari, Sindaco, Telefono 0516979283 (Segreteria), fax.0516979222, email:
segreteria@comune.medicina.bo.it

Modalità di richiesta: attraverso invio istanza alla casella di posta elettronica certificata istituzionale

PEC: anagrafe@pec.comune.medicina.bo.it
oppure

tramite posta ordinaria Via Libertà 103, cap.40059 oppure fax 0516979222.

Qualora anche il titolare del potere sostitutivo rimanga inerte e non concluda il procedimento con l’emanazione dell’atto conclusivo nella metà del tempo originariamente previsto, ai sensi dell’art.2, comma 9-bis, della Legge 9 agosto 1990, n. 241, “avverso il silenzio” della P.A. il privato potrà ricorrere al TAR (Tribunale Amministrativo Regionale).

NORMATIVA

  • Legge n.241 7 agosto 1990 Nuove norme il materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi, art.2 comma 9-bis Conclusione del procedimento
  • Circolare del Ministero dell’Interno n.3 Miacel del 14.03.1995 14/03/1995 “Documenti di identità personale ed autenticazione di fotografie.”
  •  D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000 – testo unico sulla documentazione amministrativa – Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa”
  •  Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n.267 T.U. delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, Cap.III Dirigenza ed incarichi.
  •  Legge n. 342 del 21 novembre 2000 – “Misure in materia fiscale”

Deliberazione di Giunta Comunale n.113 del 27/08/2012 Provvedimenti in materia di conclusione del procedimento amministrativo (individuazione del soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo in caso di inerzia).

Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n.33 Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni

Deliberazione di Giunta Comunale n.160 del 16/12/2013 “Delibera Giunta Comunale n.113/2012 “Provvedimenti in materia di conclusione del procedimento amministrativo”: specifiche con riguardo a procedimenti assegnati ai Servizi Demografici.”

ULTIMA MODIFICA: 27/03/2015