Di cosa si tratta?

Le organizzazioni di volontariato devono tenere il registro degli aderenti che prestano attività di volontariato.

Il registro deve essere numerato progressivamente in ogni pagina a cura del richiedente e bollato in ogni foglio da un notaio, da un segretario comunale oppure da un altro pubblico ufficiale abilitato a tali adempimenti.

Il segretario competente è quello del comune dove ha sede l’associazione di volontariato.
L’autorità che ha provveduto alla bollatura deve anche dichiarare, nell’ultima pagina del registro, il numero di fogli che lo compongono.

Come fare la richiesta

Il legale rappresentante dell’associazione richiedente o suo delegato deve presentare all’ufficio la seguente documentazione:

  • richiesta scritta di vidimazione del registro volontari sottoscritta dal legale rappresentante ed eventuale delega ad altra persona per la consegna e il ritiro del registro
  • copia di un documento di identità valido del richiedente e della persona eventualmente delegata
  • il registro da vidimare con i dati dell’Associazione, sede, codice fiscale, etc., con le pagine numerate e non compilate, Statuto dell’Associazione

Si fa presente che:

  • ogni pagina del registro deve essere preventivamente numerata a cura del richiedente
  • nei registri rilegati devono essere riportati sulla copertina la denominazione dell’Associazione, il codice fiscale e il tipo di registro (registro dei volontari)
  • nei registri a fogli mobili, devono essere riportati su tutte le pagine la denominazione dell’associazione, il codice fiscale e il tipo di registro (registro dei volontari) e deve essere annullato il retro dei fogli nel caso non venga utilizzato

La domanda potrà essere presentata:

  • direttamente all’Ufficio relazioni con il Pubblico
  • per posta, indirizzandola al Comune di Medicina – Via Libertà n.103, 40059

Successivamente l’Associazione si potrà accordare con la segreteria generale per il ritiro del registro vidimato telefonando al numero 051 697 9205.

Non è prevista alcuna spesa

Tempi a conclusione del procedimento

30 giorni

Non è prevista la conclusione con il silenzio assenso dell’Amministrazione. Se la stessa non fornisce risposta entro 30 giorni, il cittadino può avvalersi della tutela amministrativa e giurisdizionale tramite:

  • ricorso al T.A.R. Emilia Romagna entro 30 giorni
  • ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni

 

In caso di inerzia titolare del potere sostitutivo è: Segretario generale dott.ssa Villa Valeria

mail: valeria.villa@comune.medicina.bo.it

Riferimenti normativi

  • Decreto Legislativo n. 117/2017, art. 18, comma 2
  • Decreto 14 febbraio 1992
  • Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali (nota n. 7180 del 28 maggio 2021) ha esteso l’obbligo di vidimazione del registro volontari anche alle associazioni di promozione sociale iscritte negli appositi registri regionali. Questo in attesa del decreto ministeriale che disciplini l’assicurazione dei volontari.

Ufficio di riferimento

Hai trovato utili queste informazioni?