Quasi 800 escursionisti in 18 trekking per 270 km complessivi percorsi. Il bilancio dell’estate di Trekking col Treno basato sui mesi di giugno, luglio e agosto si rivela molto positivo per l’iniziativa promossa da Destinazione turistica Bologna metropolitana e CAI Bologna. I tanti camminatori hanno potuto scoprire la natura e approfondire la storia del nostro Appennino passo dopo passo, camminando ad esempio sui luoghi dell’“Italicus” a 45 anni dalla tragedia, oppure incontrando i raccoglitori di mirtilli nel parco di Corno alle Scale, o ancora visitando i luoghi cari allo scrittore Tiziano Terzani.

Forte del successo estivo, Trekking col Treno riparte a settembre con sei nuove escursioni di grande spessore storico e naturalistico, come sempre aperte a tutti e con destinazioni raggiungibili dai mezzi pubblici.

Si comincia con Il vecchio campanile di Villa d’Aiano (1 settembre), un trekking tra valli e gole nascoste nei dintorni di Castel d’Aiano, per poi proseguire ricordando L’armistizio in cammino sul monte Sole (8 settembre), in una data fortemente simbolica per raggiungere il Parco storico di Monte Sole. Un curioso appuntamento sarà quello di Formiche, animali e uomini in cammino (15 settembre), con la possibilità di assistere al singolare fenomeno delle formiche alate che ogni anno in questo periodo sciamano verso il Monte -detto appunto- delle Formiche, nei pressi di Monterenzio. In questa escursione è prevista anche la presenza di un giornalista inglese che collabora con il The Guardian, grazie anche al supporto di APT Servizi e Bologna Welcome. Un ospite d’eccezione per Trekking col Treno, che anche nell’edizione 2019 propone in quasi due terzi delle escursioni in calendario un accompagnatore che parla la lingua inglese.

I trekking di settembre proseguono in profumo di vendemmia su I colli tra Reno e Lavino (21 settembre), una camminata tra vigneti colorati dall’arrivo dell’autunno e i gessi di Zola Predosa. Un salto indietro nel tempo sarà quello di Paure, fughe e amori a Monteacuto Vallese (22 settembre), un’escursione di scoperta seguendo il racconto del giovane Nando Barbari in una comunità dell’Appennino degli anni ’40. Infine un altro momento per ricordare sarà Il Silenzio di Bel Poggio (29 settembre), una camminata in memoria della strage di Burzanella del 27 Settembre 1944, due giorni prima dell’eccidio di Marzabotto.

Tutte le informazioni sulle escursioni e su come partecipare sono disponibili sul sito www.trekkingcoltreno.it . A seguito di alcune necessarie modifiche alle escursioni, si raccomanda di verificare sempre le informazioni più aggiornate presenti sul sito, laddove il libretto pdf potrebbe aver subito qualche variazione. I trekking si tengono anche in caso di pioggia, ma si raccomanda un equipaggiamento adeguato.

 

Comunicazione a cura della Città Metropolitana di Bologna

 

L’Ufficio Relazioni con il Pubblico