Tantissime persone, molte da fuori città, hanno assistito all’esibizione del violoncellista armeno Alexander Chaushian, che si è esibito mercoledì 10 luglio all’interno del Chiostro comunale nell’ambito della prestigiosa rassegna Emilia Romagna Festival.

Un programma musicale molto virtuoso ha caratterizzato il concerto di Chaushian, sicuramente un momento molto alto della rappresentazione della musica classica a Medicina.

A questo link il programma completo dell’Emilia Romagna Festival:

Programma Summer

Per visualizzare la galleria fotografica cliccare qui

 

Chaushian Alexander

Nato a Erevan in Armenia, Alexander Chaushian ha cominciato a suonare il violoncello a sette anni, studiando prima con il nonno e poi con Zare Sarkishian. Dal 1992 al 1995 ha studiato alla Yehudi Menuhin School con Melissa Phelps e alla Guildhall School of Music and Drama a Londra con Oleg Kogan. Nel periodo 1999 – 2001, come musicista del Kempf Trio, ha ottenuto una borsa di studio alla Royal Academy of Music di Londra. Si è specializzato alla Hochschule di Berlino con Boris Pergamenchikov e con David Geringas.

Nel 1990 ha vinto il Premio Mozart a Verona e nel 1992 il Primo Premio del Concorso Internazionale di Musica in Olanda. Ha ricevuto per ben tre volte a Londra il “Guilhermina Suggia Gift”, una borsa di studio assegnata a musicisti di grande valore e nel 1997 ha vinto il Premio della Orchestra of New England e il primo premio del “Young Concert Artists” di New York. Nel 1999 ha ricevuto l’Anna Instone Memorial Award, nel 2001 il Premio Pierre Fournier e nel 2002 ha ottenuto il Terzo Premio al Concorso Čajkovskij di Mosca. Nel Settembre 2005, a Monaco di Baviera, ha vinto il Terzo Premio e il Premio Speciale dell’Orchestra da Camera di Monaco al Concorso dell’ARD.

In orchestra, Alexander Chaushian ha suonato in numerosi paesi: con l’Orchestra da Camera di Vienna al Konzerthaus di Vienna e alla Bruchnerhaus di Linz, con i London Mozart Players e la Philharmonia Orchestra a Londra, con l’Orchestre de la Suisse Romande, l’Orchestra Reale Nazionale del Belgio, con Les Solistes Européens de Luxembourg in un concerto diretto da Yehudi Menuhin, con la Boston Pops Orchestra alla Boston Symphony Hall, e con l’Orchestra Filarmonica Armena alla Carnegie Hall di New York.

In recital Alexander Chaushian ha suonato all’Harrogate Festival in Inghilterra, al Kuhmo International Festival in Finlandia, all’Usedom Festival in Germania, al La Jolla Festival negli USA, al Théâtre du Châtelet a Parigi e a Montpellier come vincitore del Premio della Fondazione Beracasa di Radio-France e al Festival di Montpellier, ecc.

Al Festival di Kronberg ha inoltre suonato con Gidon Kremer e Yuri Bashmet.

È direttore Artistico dal 2002 del Festival “Orpheus&Bacchus” a Bordeaux e del Festival Internazionale di Musica da Camera Pharos a Cipro.

Collabora regolarmente con i pianisti Ashley Wass and Yevgeny Sudbin ed ha collaborato con artisti come Freddy Kempf, Levon Chilingirian, Dmitri Sitkovetsky, con le Sorelle Kafavian, David Geringas, ecc.

Tra gli impegni più recenti di Chaushian ricordiamo concerti di grande successo a Londra alla Wigmore Hall, alla Queen Elizabeth Hall, alla Royal Festival Hall come solista con la Philharmonia Orchestra, al Barbican con l’Academy of St Martin’s in the Field e la Royal Philharmonic Orchestra, a Milano in Conservatorio con l’Orchestra da Camera di Padova, e in Giappone alla Suntory Hall di Tokyo.

Alexander Chaushian ha registrato la Sonata per violoncello di Shostakovich per la Performance Channel Television, e ha inciso il Concerto di Wim Zwaag con i Nurnberger Symphoniker.

L’etichetta discografica “BIS” ha pubblicato le Sonate di Weinberg che Chaushian ha inciso con il pianista Yevgeny Sudbin.

Il celebre compositore franco-armeno Michel Petrossian ha composto per lui un Concerto per violoncello, la cui prima mondiale si è svolta nel settembre 2018 con l’Orchestra Filarmonica Nazionale Armena allo Yerevan Music Festival.

È docente di violoncello al Royal College of Music di Londra ed è molto richiesto come insegnante di masterclass in Europa e in Asia. È, inoltre, membro fondatore della facoltà della piattaforma di educazione musicale e tecnologia classica DakApp

 

Notizia a cura della Segreteria del Sindaco