Descrizione e riferimenti normativi

Si informa che la Legge 14 gennaio 2013, n. 10 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani” e il Decreto attuativo (Decreto interministeriale 23 ottobre 2014) hanno stabilito l’obbligo per tutti i Comuni di censire i propri alberi monumentali attraverso il coordinamento delle Regioni e del Corpo forestale dello Stato.

Il decreto prevede un importante ruolo di supporto agli enti istituzionali da parte di cittadini, associazioni, istituti scolastici, enti territoriali, strutture periferiche del Corpo Forestale dello Stato, Soprintendenze, per la segnalazione al Comune di esemplari arborei da sottoporre a tutela.

Sono alberi monumentali quelli considerati rari esempi di maestosità, di longevità, che si distinguono per età e dimensioni o di particolare pregio naturalistico per rarità botanica e peculiarità delle specie; lo sono anche quegli alberi che hanno un pregio in riferimento ad eventi storici o memorie culturali o documentarie rilevanti.

Per quanto riguarda il parametro dimensionale relativo alla circonferenza, occorre fare riferimento al documento
“Tabelle circonferenze” predisposto dal Corpo forestale dello Stato.

Pertanto l’Ufficio Edilizia e Urbanistica invita tutta la cittadinanza, enti e associazioni a segnalare esemplari arborei che a proprio parere abbiano le caratteristiche di monumentalità.

Le segnalazioni dovranno pervenire all’Ufficio Edilizia e Urbanistica del Comune di Medicina entro il 15 luglio 2015 mediante la compilazione della scheda di segnalazione , che dovrà essere recapitata all’URP personalmente oppure all’indirizzo:

e-mail – ediliziaprivata@comune.medicina.bo.it  pec – comune.medicina@cert.provincia.bo.it

Per maggiori informazioni consultare il sito della Regione – Emilia Romagna alla seguente pagina dedicata:
censimento degli alberi monumentali

Cosa è un albero monumentale

Per albero monumentale ai sensi dell’art. 7, comma 1, del Decreto attuativo (decreto interministeriale 23 ottobre 2014)
s
i intende:

  • l’albero ad alto fusto isolato o facente parte  di  formazioni boschive naturali  o  artificiali  ovunque  ubicate  ovvero  l’albero secolare tipico, che possano essere considerati come rari esempi  di maestosità e longevità, per età o dimensioni, o di particolare pregio naturalistico, per rarità  botanica  e  peculiarità  della specie, ovvero che rechino un preciso riferimento ad eventi o  memorie rilevanti dal punto di vista storico, culturale, documentario o delle tradizioni locali;
  • i filari e le alberate di particolare pregio paesaggistico, monumentale, storico e culturale, ivi compresi quelli inseriti nei centri urbani;
  • gli alberi ad alto fusto inseriti in particolari complessi architettonici di importanza storica e culturale, quali  ad esempio ville, monasteri, chiese, orti botanici e residenze storiche private.

Si considerano gli esemplari sia di specie autoctone che alloctone e all’art 5 del decreto attuativo vengono elencati i “criteri di monumentalità”.

Agli alberi monumentali vengono riconosciuti sia un valore ambientale, ma anche un valore culturale. Un albero monumentale non è solo un “grande albero di bell’aspetto”, ma è soprattutto un sopravvissuto, una testimonianza di un paesaggio, di un ecosistema, di un uso del suolo e di una precisa fase della vita degli uomini che attraverso le generazioni l’hanno piantato, accudito e a vario titolo goduto.

 

Il Comune

  • effettua il censimento tramite ricognizione territoriale, sia con rilevazione diretta e schedatura del patrimonio vegetale che attraverso segnalazioni pervenute dai cittadini, associazioni, istituti scolastici, enti territoriali ecc. entro il 15 luglio 2015;
  • approva, con apposito atto amministrativo da notificare al proprietario, l’elenco degli alberi monumentali tenendo conto dei criteri di monumentalità stabiliti dal decreto attuativo e lo invia alla Regione per l’istruttoria;
  • pubblica e divulga l’Elenco degli alberi monumentali d’Italia riguardanti il proprio territorio, in modo tale da permettere al titolare di diritto soggettivo o al portatore di interesse legittimo di ricorrere contro l’inserimento in elenco di uno specifico esemplare arboreo.

Salvaguardia e sanzioni

A partire dalla proposta di monumentalità, che sarà sancita con atto amministrativo del Comune stesso, si applicano le norme di salvaguardia previste dall’art. 7, comma 4, della Legge n. 10/2013.

U.O. - Responsabile del procedimento - Info

Responsabile del procedimento: Silvano Fabrizio
email: silvano.fabrizio@comune.medicina.bo.it – tel 0516979211

Provvedimento finale:
Responsabile Arch. Sisto Astarita
email: sisto.astarita@comune.medicina.bo.it – tel 051 6979212

Per info:
Sportello Unico dell’Edilizia ediliziaprivata@comune.medicina.bo.it tel 0516979208

Ufficio di riferimento

Hai trovato utili queste informazioni?